+39 0437 523176 / info@alleghehockey.com

De Silvestro “Non ci piace essere screditati”

BVB_7936“Sinceramente negli ultimi periodi non ho mai visto la squadra giocare così male”. Lo ha detto a freddo, il giorno dopo la sconfitta, il dirigente Alessandro Mazzer peraltro anche sponsor con la Tegola Canadese. “La squadra – continua- ha iniziato a giocare la partita con un difficile schema d’attacco, anche se abbiamo preso quell’insignificante primo gol. La Valpe ci temeva e noi invece di perseguire lo schema, il focus della vittoria e la lucidità dell’obiettivo della vittoria ci siamo fatti prendere dalle emozioni, dalla paura del non farcela. A questo livello di professionismo la paura e tante altre emozioni devono stare fuori dalle balaustre. L’unica emozione che non deve rimanere fuori e’ il cuore positivo per la squadra e per i compagni di gioco.Una linea d’attacco imprecisa e alle volte in totale confusione, una difesa in ritardo ci ha portato a perdere quest’occasione di vittoria”. E dopo il fine settimana in Piemonte le norme per il futuro: “Cerchiamo di non dimenticarci che c’e’ un’altro trofeo e da giovedì cerchiamo di concretizzare almeno questo obiettivo. Ringrazio tutto lo staff, i volontari, gli amici, i tifosi e i soci della società che sempre incondizionatamente dimostrano tanta dedizione per la squadra”.

Sulle pagine Facebook dell’AllegheHockey è intervenuto anche Davide Giozet descrivendo per bene come sia stato facile in sole 24 ore passare dalle lacrime di gioia a quelle più tristi della sconfitta. “Sabato sera quando ormai la semifinale sembrava compromessa questa squadra ci ha fatto sognare quando solo a 7 secondi dalla fine della partita agguanta un pareggio ormai insperato e all’ overtime ci regala la soddisfazione di giocarsi la finale.Qui ogni tifoso ha elogiato e gioito per l’Alleghe.Noi tutti credevamo ormai fosse possibile arrivare anche nel gradino più alto, purtroppo non è stato così, difronte abbiamo trovato una squadra più affamata e cinica che ha saputo sfruttare al meglio tutto ciò gli è stato concesso. Ma assolutamente non mi passa nemmeno per l’anticamera del cervello il pensiero che i nostri ragazzi non siano scesi sul ghiaccio con la fame e la cattiveria giusta per portarsi a casa il risultato. Nello sport, e parlo da chi vive certe situazioni, c’è da confrontarsi con un avversario che a volte dimostra di essere più forte di te, diamo i meriti ad un Valpellice che a meritato la vittoria. Soprattutto in questi momenti un tifoso sta vicino e supporta la squadra”

Numeri recordo per il sito dell’AllegheHockey e per l’emittente agordina Radio Più. La più soddisfatta è Karen che da sempre cura con grande attenzione le pagine del principale riferimento su internet per le Civette. “Nella serata della finale – dice – abbiamo superato i 6000 ingressi, 6303 per la precisione, qualche contatto in meno in semifinale con 5075 ingressi nel sito”. Numeri diversi per Radio Più,  massimo degli ascolti nel giorno della semifinale, impossibile conteggiare i contatti analogici, mentre lo streaming (anche a Radio Club 103) ha raggiunto il massimo dei contatti ammessi già a metà del primo tempo della semifinale, poi è stato difficile per tutti trovare spazio per l’ascolto. Numeri minori nel giorno della finale anche per la concomitante diretta televisiva, sono invece aumentati nel corso della partita con il Valpellice i contatti dai paesi stranieri. Sul sito alleghese i messaggi di rassegnazione terminano tutti con un “Forza Alleghe” adesso ributtiamoci nel campionato. Tra i commenti più originali quello di Edoardo: “Dopo alcuni anni è passata ancora la storia sulla nostra strada ed ancora, anche questa volta, la storia è stata scritta, ma quella degli altri. La storia ci è scivolata addosso, caduta a terra e proseguito in altre direzioni”.

Il vicepresidente dell’AllegheHockey Tegola Canadese, Patrick De Silvestro, c’è rimasto male per quanto accaduto dopo la conquista della Coppa Italia da parte del Valpellice. Per quegli sfottò che infangano un trofeo vinto

“Come società non vogliamo continuare alcuna polemica, nessuna risposta all’addetto stampa ampezzano, Luca Dell’Osta, anche perché con il presidente del Cortina Alessandro Moser e, con il presidente della Lega Hockey, Tomaso Teofilo, abbiamo da sempre un ottimo rapporto e non vedo il motivo di rovinarlo, pernulla al mondo, tantomeno per delle sparate che lasciano il tempo che trovano. Dispiace per il modo con cui viene screditato il nostro modo di festeggiare un’importante trofeo come quello della Lega Alpina e chi si è sacrificato ed ha sofferto per quel trofeo. Ma chi ha vinto e vinto tanto come a Cortina e quindi ne è stato protagonista (quindi non dell’ultima generazione), queste cose le sa e forse un giorno lo ricorderà e insegnerà anche alle nuove leve”.

Già nella mattinata di ieri c’è stato un chiarimento con Tommaso Teofilo, il presidente della Lega Hockey: “Teofilo – dice infatti De Silvestro – anche a nome del presidente, Alessandro Moser si è scusato dissociandosi dal comportamento dell’addetto stampa e confermandomi che era all’oscuro di tutto. Questo è quello che conta, per me e per l’onore di questa squadra”.

Contattato telefonicamente Tommaso Teofilo conferma: “Ho già provveduto a contattare l’addetto stampa del Cortina. Gli ho spiegato le mie opinioni ed ora sa come deve comportarsi. Auspico un chiarimento con la società agordina”.

Dal GAZZETTINO_BELLUNO
Mirko Mezzacasa

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tanti Auguri a….

Prossima Partita

Calendario

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
141517181920
21222324252627
282930