Upcoming MatchFassa Falcons vs Alleghe Hockey/2 Dicembre 2020/Gianmario Scola
+39 0437 523176 / info@alleghehockey.com

Grazie

SEV_0770La stagione hockeystica 2013/14 dell’Alleghe va in archivio con l’affermazione in serie B. Una vittoria che ha toccato il cuore di tutti i tifosi biancorossi vuoi perchè mancava da troppo tempo, vuoi perchè rappresenta il frutto di quanto seminato con le proprie mani.

Anche il settore giovanile, portato avanti con tanta dedizione da volontari e seguito sempre con interesse dal presidente Patrick De Silvestro, ha saputo dare belle soddisfazioni. I “grandi” dell’Under 18 guidati da Branislav Okuliar si sono piazzati al nono posto della graduatoria su un lotto di quindici contendenti: squadra mista formata anche da atleti del Pieve di Cadore che ha dimostrato di essere una compagine unita e di avere dei grossi margini di crescita. La collaborazione con la società cadorina è continuata anche con l’Under 16 con i giocatori che hanno indossato i colori del Pieve di  Cadore: al timone coach Laurencik Peter con la collaborazione dell’instancabile Giuliano  Longo. Una collaborazione che i due clubs intenderanno proseguire senza ormbra di dubbio anche nelle prossime stagioni. I più piccolini, la carrellata prosegue con l’Under 8 e l’Under 10, si sono divertiti ad imparare i primi rudimenti del hockey su ghiaccio disputando i tornei a campo piccolo, seguiti ed allenati da un trainer d’eccezione quale Fabrizio Fontanive. Gli Under 10 hanno iniziato in ottobre, il 16 marzo hanno disputato i giochi del Veneto ad Alleghe per finire la stagione il 23 marzo a Padova. Mentre i “cuccioli” hanno disputato i vari tornei a maglie miste, i loro colleghi più grandicelli della 10 (squadra mista con lo Zoldo) hanno giocato con le maglie della società. Un applauso va sicuramente anche i bambini della 12  che sotto la guida di Branislav Okuliar  hanno potuto accrescere le loro qualità, un grazie sincero ad Alan De Nardin per averli sempre seguiti ed aiutati.

La palma d’oro è tutta dell’Under 14. Un gruppo di ragazzini monogranitico sapientemente diretto da Alessandro Fontana e accudito da Dell’Osbel Francesco, De Nardin Amedeo e Giolai Bruno. Pur lasciandosi scappare di mano per un niente l’opportunità di accedere al campionato Italiano di categoria, molti di loro ricorderanno questa annata per l’esperienza in Canada al torneo Pee Wee; per non farsi mancare nulla hanno chiuso l’attività stagionale partecipando al torneo di categoria a Bled misurandosi con parecchie compagini straniere totalizzando due vittorie e altrettante sconfitte. Stupende ed indimenticabili giornate di divertimento e sport, qualcuno di loro dovrà lasciare il gruppo per passare in Under 16 il prossimo anno. L’aspetto fondamentale in un vivaio rimane sempre quello relativo alla formazione hockeystica e non, di un atleta. Il lavoro in simbiosi di allenatori, responsabili e società stessa deve e dovrà sempre essere il punto focale sul quale basano le sorti e il futuro di qualsiasi società: loro vanno messi al primo posto.

12 Responses
  1. mirco

    Una nota stonata la vorrei scrivere,per gli ander 8 e 10 alle partite non si è mai presentato un allenatore dell’ alleghe mentre vorrei ringraziare lo ZOLDO HOCKEY che invece giocando insieme ai nostri bimbi ha portato con passione i suoi allenatori a tutte le partite e ci ha fatto anche partecipare ad un torneo internazionale a Bolzano.
    GRAZIE ZOLDO!!!!!!!!

  2. cristian

    dobbiamo imparare dal bolzano…. noi qua ad esultare x una misera serie B e loro in europa con sponsor e stadio pieno….o si fa una squadra da EBEL o meglio chiudere baracca.

    1. mirco

      quello che dici è solo utopia ,sarebbe già un risultato avere uno sponsor e ritornare in A,ma dove vivi in Altoadige

      1. Sandro

        Concordo con Cristian, esultare per giorni e giorni per la vittoria in serie B, che poi fino all’ anno scorso era serie C, già vinta piu’ volte, mi è sembrato eccessivo, gli errori sono stati fatti molti anni fa non accettando sponsor, che ora vorremo tanto….., cerchiamo di tornare presto in alto ed intanto rimaniamo con i piedi per terra.

        1. Matteo Reolon

          Ma tu cosa ne sai di errori della società e sponsor? Hai la minima idea di quanto sia cambiato il mondo dello sport, la congiuntura economica, l’agordino e soprattutto l’hockey in questi anni? Evidentemente no.

          1. Sandro

            Mastico hockey da molto prima di te e conosco bene la storia e l’ ambiente Alleghese, comunque ancora bravi per aver finalmente vinto qualcosa dopo tanti anni……continuate cosi e le soddisfazioni non mancheranno, chi si accontenta gode!

  3. cristian

    Perchè non chiedere a LATTEBUSCHE?potrebbe essere un bel sponsor e far una squadra x vincere….. allora avremo stadio pieno e sponsor… non esultare x aver vinto na serie C….. pardon B…..niente più trasferte a Brunico e Renon…..ma in europa……impariamo dal Bolzano.

  4. montreal

    Alleghe, una grande tradizione hockeystica italiana..rovinata da piccole diatribe paesane…e su questo voglio vedere chi non sarà d’accordo, una domanda: Luxottica vi siete mai chiesti perchè il sig.Delvecchio non ha mai voluto essere il main sponsor? Forse perchè era considerato pure lui un foresto?….O forse perchè intralciava i programmi di certe persone? Solo che avesse elargito lo zero,5% dei suoi introiti avrebbe garantito una discreta permanenza in serie A….Comunque il discorso è molto lungo e meriterebbe un approfondimento che durerebbe alcune settimane, ma rimane il fatto che dopo Nilo,lo Zio Gino, franceschini, Renato De Toni, il presidente Renato Rossi (grande uomo) e altre ottime persone che prestano ore e ore alla società, le istituzioni-aziende etc quando è stato il momento di prendere una decisione seria ed in parte economica si sono defilate bellamente!!! A breve arriverà la decisione “fatale”: iscriversi alla serie A? nessun problema, ma con che squadra? Forse rientrerà Daniele, Francesco probabilmente rimarrà a Torre, i giovani sono interessanti, ma per fare una serie A discreta, servirebbero 3/4 stranieri di discreto livello, anche due, basta che siano ottimi, (come sempre i giovani imparano dai buoni no di certo dai mediocri…), il problema? Renato Rossi se non avrà un’adeguata linfa economica da uno sponsor, come farà ad assorbire questi costi? Dopo i mondiali, prevedo grossi cambiamenti in serie A, comunque FORZA ALLEGHE SEMPRE.
    Un saluto a sono io, barbetta e ale di gallarate

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tanti Auguri a….

Prossima Partita

Fassa Falcons vs Alleghe Hockey (On time)

Gianmario Scola
U.15 20/21

Calendario

Novembre: 2020
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 
2348
910111213
16171819
2324252729
30