Costruito negli Anni Settanta, il Palaghiaccio di Alleghe è un grande complesso polivalente per attività sportive, eventi musicali e turistici. L’impianto, cha ha una ricettività di 2500 posti, dal 2006 è stato completato con una sala convegni, intitolata ad Antonio Franceschini, una moderna struttura congressuale di 188 posti.

La pista misura 30m x 60m e a partire dall’estate 2011 sarà dotata di nuove balaustre e plexiglass di protezione. Lo stadio inoltre dispone di un moderno sport bar con TV a led e videogiochi. Al bar troverete pizzette, panini, patatine, bibite e l’ottima birra del nostro sponsor Birreria Pedavena!

Lo stadio è chiuso su tutti i lati, confortevole ed omologato per l’accesso ai disabili.

 

Di seguito riportiamo un articolo del nostro fotografo Tonino Zampieri sullo Stadio “A. De Toni”:

“Quando, nel tuo viaggio in direzione dei passi Dolomitici, arrivi ad Alleghe, la prima cosa che vedi è il lago, fatte due curve poi, vedi lo stadio del ghiaccio. Lo vedi e lo percorri per ben tre lati prima di entrare in paese.

Lago e palaghiaccio: un tutt’uno con Alleghe. Salendo con la funivia hai la sensazione che il tetto dello stadio sia sempre più grande e man mano che ti alzi la visuale perde la percezione delle differenze di quota a cui sono collocati il lago, lo stadio e il paese: li vedi sempre di più come un’entità unica.

E’ come se gli Alleghesi avessero voluto mettere un tetto a quella parte di lago sulla quale d’inverno pattinavano sulle acque ghiacciate, lasciando tutto il resto così com’era sempre stato. Puoi cercare nuove visuali del paese percorrendo, ad esempio, il lungolago dalla parte di Masarè, ma lo stadio è sempre li, fra lago e paese, a ricordarti l’indissolubilità del trio. Lo stadio del ghiaccio è Alleghe e Alleghe è lago, ghiaccio e hockey.

Immagino chi per la prima volta viene a vedere una partita di hockey e chiede: dov’è lo stadio? La risposta non può che essere: “ad Alleghe!, quando sei ad Alleghe sei già allo stadio”. D’inverno, quando il lago si ghiaccia e la neve copre tutto, il connubio fra le tre entità si rafforza ancora di più, ma questa è un’altra storia fotografica che, prometto, vi racconterò su queste pagine per il prossimo Natale”.

Grazie Tonino!

Clicca sul link per l’articolo fotografico: http://www.tiellephoto.it/it/B_articolo.asp?id_articolo=705

 COME ARRIVARE