+39 0437 523176 / info@alleghehockey.com

L’Alleghe chiede un risarcimento

D3S_0027Segue il testo del reclamo ufficiale inoltrato alla FISG dal Vice Presidente del Alleghe Hockey:

Con vivo rammarico e cocente delusione ci rivolgiamo a codesta Spettabile Federazione Italiana Hockey Ghiaccio affinché possa prendere in considerazione e disapprovare nella maniera più assoluta il mancato arrivo in Alleghe della squadra H.C. CHIAVENNA in data 29/12/2013 per la disputa dell’incontro di campionato.

La nostra Società si sta impegnando per dare a questa Serie B la massima dignità, con professionalità. Poi ci troviamo di fronte a situazioni come questa dove un’altra Società –  H.C. CHIAVENNA – affronta gli impegni come se partecipasse ad un campionato da “oratorio”.

La giornata del 29 dicembre era per noi fondamentale per il numero di spettatori, in quanto il nostro paese in questo periodo è invaso da turisti. Questo mancato incasso, già ampiamente messo in previsione, è un duro colpo per il bilancio della nostra Società.

Con la presente chiediamo pertanto un risarcimento danni quantificabile in euro 5.000,00 ed una forte presa di posizione nei confronti del H.C. CHIAVENNA.

Ringraziando per l’attenzione, si coglie l’occasione per porgere cordiali saluti.

L’Amministratore Delegato
Patrick De Silvestro

20 Responses
    1. M

      Sei del chiavenna per caso? Mica eravamo in 4 gatti noi dell’alleghe a chiavenna? e dei vostri non si sono visti neanche i giocatori… E poi noi saremmo quelli che fanno ridere? la prossima volta cercate di trovare almeno 10 ragazzi che giocano così potete prendere una bella legnata! e il 5 a 0 ci sta stretto!!!

    2. Hockey

      Chiavenna non è nuovo a queste defezioni dall’under 8 fino alla serie B non può essere sempre sfortuna e una mentalità radicata in dirigenti che hanno poco rispetto nel lavoro altrui

    3. Axel#6

      Ma siete.voi che fate.ridere. Come si dice in lombardia: cascibáll!!
      Oppure come si dice in Veneto: prima de parlà, tasi che te fa.mejo figura…

  1. mister x

    il minimo che si potesse fare!! chiavenna??? una gran vergogna!! e certa gente è meglio che stia zitta che fa piu bella figura!

  2. Galvanica

    E’un campionato da oratorio da non facciamoci ridere dietro le squadre sono in difficoltà la partita tra virgole comunque l ‘alleghe l ‘ha fatta basta no altrimenti chiamiamo Papa Francesco ma caxxo ci sono famiglie ditte in difficoltà basta con Ste cose basta aiutatiamo chi ha bisogno Alleghe non vive certok grazie al l’hockey !!!!!!

  3. Galvanica

    E poi scusate potevate fare una belle festa di fine anno visto che li ad’alleghe non si fa’mai nulla locali chiusi uno schifo quindi fatevi furbi il prossimo anno e non vittimismo come il solito ripeto alleghe non vive di hockey ma grazie ad’alleghe funivie e alla gente che viene a sciare quella che riempie gli alberghi e gli appartementi finiamolo di due che alleghe e’HOckey perché non è vero non fraintendete da delle belle possibilità a tanti giovani ma di certo il paese non vive di quello anzi e’come paragonare Cortina che vive ancora delle olimpiadi basta Finiamola pensiamo piuttosto alla gente a cui manca il lavoro e non chiedere 5.000 Mila euro ad’una società che magari non aveva le possibilità per muoversi ….

    1. M

      Allora se uno non ha voglia di fare un campionato o pensa che molte trasferte non le può fare non si iscrive neanche! Godo che hanno preso 19 gol dall’ora! Vi sta bn! ODIO PROFONDO VERSO CHIAVENNA!!

  4. Paola Vscovi

    5.000 euro? io avrei chiesto almeno 50.000 per questo comportamento antisportivo! L’hockey su ghiaccio italiano merita di più, anche se purtroppo non se ne accorge nessuno in Italia. Le piccole società sportive dell’arco alpino danno l’anima per formare corpi e menti dei propri piccoli grandi sportivi, ma solo chi vive in queste valli può capirlo!

  5. Jazz

    In qualsiasi campionato di qualsiasi livello la mancata presenza è sanzionata con una multa (anche in campionati UISP !!). La richiesta danni non saprei ma il mancato incasso è sicuramente una realtà. Certo è che se dalla serie A1 passi alla serie B devi capire che sei in un campionato praticamente amatoriale. Peccato Alleghe manca tantissimo alla serie A

  6. Ma vi rendete conto che ci sono giocatori della Nazionale che non vengono pagati perchè la FISG non ha soldi! e la società dell’Alleghe chiede un risarcimento per una partita non disputata??????? ma per piacere và vergognatevi….meglio che torniate con i piedi per terra!!!!!!!

    1. Karen

      Purtroppo l’Alleghe hockey viaggia con i piedi per terra! Magari poter volare alto! L’incasso delle partite disputate durante le feste di Natale era ossigeno mio caro toad, e il risarcimento è stato chiesto giustamente ad una società che ha per abitudine il non presentarsi e non solo con i grandi ma anche con le giovanili, informati e vedrai che lo fa spesso!
      Per quanto riguarda il campionato, si pensava di fare una B e non una continuazione della C, purtroppo a pensarla così siamo poche squadre. Purtroppo perchè i ragazzi (parlo dei giovani) così non crescono e andranno a perdersi, un vero peccato! Non avranno più convocazioni in Nazionale, non saliranno più di livello! Peccato per quelli che avevano delle potenzialità! Ripeto speravamo in una B seria nella speranza di poter risalire, ma forse rimane solo una speranza condivisa da poche squadre!
      Vorrei fare i complimenti al Val di Sole che sta dimostrando grande sportività e serietà. Complimenti al Varese, al Pergine, Ora, Trento, Laces, Como, Feltre società che come l’Alleghe ci credono e ci mettono impegno sempre. Bravo anche al neo entrato Bolzano!

  7. giuseppe

    Premetto che sono di Chiavenna e segue la squadra da trent’anni e sono d’accordo che sia stata una vergogna che la squadra non si sia presentata! detto questo vorrei precisare a tutti i soloni che è stato il primo anno che è successa una cosa simile e quindi accusare la squadra di usare praticare spesso questa tattica mi pare una “cavolata”. Guardiamoci in faccia: soldi non ce ne sono per nessuno! I giocatori noi non li possiamo pagare e dobbiamo fare affidamento solo ed esclusivamente sulla loro passione! evidentemente alcuni giocatori a Chiavenna questa passione non l’hanno, aggiungiamo poi la mancanza della dirigenza di una programmazione seria e per ultima la falcidia di infortuni ( ben 7) che certo non ha aiutato. Probabilmente sarebbe stato meglio non iscriversi ma se a settembre hai a disposizione venti giocatori e poi alla fine per un motivo o per l’altro questi ti mollano non sempre è colpa della società! Per ultimo riguardo ai tifosi dico solo che le nostre trasferte non le facciamo in bicicletta come voi e non abbiamo bisogno dei turisti per fare incasso perchè NOI la passione ce l’abbiamo anche senza i turisti. Se Alleghe ha bisogno di questi per tirar su due soldi allora è giusto che faccia questo campionato!!! E poi solo perchè siete venuti in 5 a Chiavenna all’andata.. partendo da Milano e d’intorni non fate gli ultras valà….. Taramot!

    1. M

      Il problema è che noi in pochi c’eravamo! Voi neanche la squadra avete mandato quindi è inutile che venite qui a fare i moralisti! almeno state in silenzio! noi possiamo aspirare a tornare in a! Voi non meritereste più di andare avanti nel campionato! Bello giocare solo in casa! La passione poi è andare allo stadio con la motosega?? contenti voi… ODIO VERSO CHIAVENNA…

    2. LUCA C.

      Non so che idea avete ma ad Alleghe la squadra e’ composta da gente che lavora o studia e per giocare paga una quota altro che pagare i giocatori caro Giuseppe.

    3. Premetto anche io che sono milanese, oriundo agordino e che seguo l’Alleghe da più di trent’anni. Penso che certe persone che seguono l’hockey ma che non non sanno nulla della nostra realtà, non dovrebbero permettersi di venire qui, in “casa nostra” e di postare certe cose. Non penso che noi di Alleghe (mi ci metto anche io!!!) dobbiamo prendere lezioni di passione per l’hockey da nessuno! Non penso nemmeno che quest’anno i “boce” prendano una lira per fare il campionato, anzi mi risulta il contrario e cioè che loro, così come moltissimi altri hockeysti italiani, ci stiano mettendo “del loro” pur di partecipare in maniera più che decorosa a questo campionato che la Federazione ha pomposamente pensato di ribattezzare di “serie B”. Infortuni ce ne hanno tutti, così come molti dei nostri “boce” nel periodo “topico” di Natale (quando la valle “pullula” di turisti che sono una delle maggiori fonti di reddito della nostra economia locale) sono obbligatoriamente impegnati con il loro lavoro presso l’albergo, il ristorante o il servizio di autotrasporti, il bar ecc. che da’ loro il reddito per mantenersi.
      A Varese, il 26 dicembre scorso, siamo “scesi” con 3 linee contate, mettendo dentro anche molti giovanissimi del vivaio, a causa appunto di infortuni o di impegni professionali inderogabili. E da questo punto di vista Alleghe, sia come giocatori che come Società, sta dando prova di un immenso spirito di sacrificio e ovviamente di quella serietà che pare non alberghi presso altre sedi.
      Concludo rassicurando l’amico di Chiavenna (realtà che conosco bene in quanto lombardo e in quanto “imparentato” da quelle parti) che nemmeno noi ad Alleghe facciamo le trasferte in bicicletta. Le nostre strade, il freddo che fa lassù non ce lo permettono. E non ce lo permette nemmeno il fatto che una grandissima parte dei nostri tifosi vengono da fuori Alleghe, dalla ValBelluna, e da altre zone della provincia o addirittura della Regione e che quindi ogni volta che vogliono seguirsi un incontro casalingo devono farsi decine e decine di kilometri su strade spesso difficili da percorrere causa neve/gelo/pioggia/curve ecc. Ci si chiederà come ha fatto Alleghe Hockey ad attirare tanti appassionati anche da “fuori”… la risposta è semplice: da parte di tutti (atleti dirigenti, volontari, accompagnatori ecc.) la massima serietà, il massimo spirito di sacrificio, la massima passione nel corso di questi lunghi anni… since 1933!
      E lo stesso dicasi per i tifosi che seguono l’Alleghe anche fuori regione, gli oriundi sparsi per tutto il nord Italia o i turisti che si sono appassionati all’hockey dopo un soggiorno in riva al “nostro” lago, che seguono la squadra nelle trasferte in terra lombarda, piemontese, alto-atesina, ecc. Io per esempio per venire a vedere l’Alleghe a Chiavenna mi sono dovuto comunque fare più di 200 km… chiamali pochi, con quello che costa la benzina oggi… 150km per andare a Varese… e potrei continuare…ma concludo qui dicendo, “VALA’ CASCIABALL”!!!
      FORZA VECCHO CUORE BIANCOROSSO!!!

  8. giuseppe

    un’ultima risposta poi finisco: se permetti io 150 km me li faccio tutti i giorni per andare a lavorare e non sono comunque i km che i tifosi del chiavenna si deve sobbarcare per arrivare ad Alleghe, piuttosto che a Bz o a Pergine etc.. Ma poi se avessimo una squadra io le trasferte me le farei tutte (morosa permettendo sic 🙂 ) ma onestamente venire a vedere una non squadra che ne prende 19 (vedi Ora) se permetti, anche no….. va bene la passione ma esser preso in giro non me lo posso permettere..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tanti Auguri a….

Prossima Partita

Calendario

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
141517181920
21222324252627
282930