+39 0437 523176 / info@alleghehockey.com

L’Alleghe supera il Varese senza dannarsi più di tanto

DSC_4566L’Alleghe supera il Varese senza dannarsi più di tanto, la formazione agordina, vivace per due tempi e sorniona nel controllare il risultato negli ultimi venti. Una buona fetta del merito va riconosciuto a goalie  De Silvestro, non sempre protetto a sufficienza da una fase difensiva da perfezionare. Quando si distendono pero’ le civette sono velenose e praticamente basta un tempo per mettere i tre punti li’ in alto dove i lombardi non riusciranno più ad arrivare.

Il Varese arriva ad Alleghe con gli uomini contati e per la formazione di Fontana, forse per la prima volta a ranghi completi, non e’ difficile assumere l’iniziativa. Un paio di affondi pesanti dei padroni di casa ed affiorano i primi episodi di nervosismo. In quattro contro tre Soppera serve a Fontanive il disco del vantaggio. Il tempo di tornare a ranghi completi e Veggiato scardina le retrovie lombarde per servire a Meneghetti il disco del raddoppio. Altre penalià’ aprono spazi in campo. Ne approfitta Francesco Borghi, il quale, prima infila De Silvestro e pochi secondi piu’ tardi liscia l’opportunità’ di cogliere il pareggio. Gli ospiti si allungano nella disposizione sul ghiaccio, cosi’ la coppia Veggiato-Meneghetti ne approfitta, in contropiede, per ristabilire il doppio vantaggio, imitata poco più tardi nelle geometrie dallo stesso numero sei, stavolta spalleggiato da Lorenzi e dal finalizzatore Manuel DeToni. Molte le interruzioni nella ripresa, a causa delle numerose intemperanze degli antagonisti. Ne risente la qualità del gioco. I lombardi trovano alcune penetrazioni di rilievo, sempre sventate dall’attento De Silvestro, ma sono i locali a prodursi nelle iniziative più convincenti. Lorenzi e De Val graziano un Bertin ormai fuori dall’azione. Nicola Soppelsa riceve una penalità maggiore a causa di un fallo ingenuo ed e’ sul successivo penalty killing pero’ che le civette stringono alle corde l’avversario per realizzare in inferiorità numerica il quinto gol, grazie ad una pregevole iniziativa di Fontanive.

Anche l’ultimo periodo e’ caratterizzato da molte interruzioni, con i biancorossi che frequentano più spesso la panca puniti. Partono meglio i locali, costretti poi a ripiegare in più prudenziale controllo della posta in palio, impegnati in numerosi penalty killing. In power play Sorrenti riduce il divario e chiude l’ordine delle marcature. (sto)

ALLEGHE-VARESE: 5-2

ALLEGHE HOCKEY:DeSilvestro(Manfroi), Veggiato, Meneghetti, Scopelliti, DeVal, Lorenzi, Moretti, Moling, Testori, Ganz, DeToni M, DeToni L, Fontanive, Lorenzini, Cadorin, Vittuari, Soppera, Luciani, Martini, DeToni E., Vittuari All.A.Fontana.

VARESE:Bertin(Crippa), Borghi F, Rivoira, Papalillo, Termanini, DiVincenzo, Sorrenti, Privitera, Borghi P, Mandelli, Ziliani, Mazzacane, Principi, Andreoni. M.Fedrizzi.

PARZIALI:(4-1) (1-0) (0-1)

MARCATORI: 6.14 Fontanive, 7.10 Meneghetti, 16.15 Borghi, 18.59 Meneghetti, 19.44 M.DeToni. 36.00 Fontanive, 47.40 Sorrenti

ARBITRI: DeCol, Giacomozzi, Soia.

 

6 Responses
  1. errol r.

    Normale amministrazione in una partita non bella arbitrata in maniera pericolosa da Massimo De Col. Ho visto all’opera come capo arbitro questo “zebrato” in tre occasioni (gara 2 di finale il primo anno di serie B, nella vittoriosa trasferta di Caldaro e l’altra sera contro il Varese) e l’impressione che non ho ricavato e negativa al massimo. De Col non è in grado di arbitrare perchè non vede e di conseguenza non punisce interventi scorretti potenzialmente molto pericolosi per l’incolumità dei giocatori, mentre affibia penalità assurde per normalissimi contatti di gioco. Il tutto contribuisce ad aumentare il nervosismo delle squadre e conseguentemente la possibilità che i giocatori si lascino andare ad interventi scorretti e pericolosi. Un fallo da codice penale come quello subito a centro pista a Caldaro da Claudio Scopelliti, ovviamente non sanzionato da De Col, non è ammissibile; una carica alla schiena come quella subita contro il Varese da Manuel De Toni (che De Col non ha punito, mentre ha castigato la rabbiosa reazione di un giustamente incazzatissimo De Toni) non è concepibile. Sono solo due esempi per ribadire che De Col non è in grado di svolgere il suo compito perchè il suo agire (o non agire) è potenzialmente molto pericoloso per i giocatori. Invito i responsabili degli arbitri, prima che l’incapacità di De Col provochi incidenti pericolosi per la salute dei giocatori, di relegare il suddetto direttore di gara a compiti di minor responsabilità. fermatelo prima che sia troppo tardi.

  2. Sono io

    ciao Errol, complimenti per il tuo Italiano perfetto……. Non ho visto all’opera Il Sig. De Col , ma ti posso dire che nel campionato di B, personaggi del genere ne ho visti altri….. Se si vuole far crescere il campionato di B, bisogna che crescano anche gli arbitri, unici che in questo contesto sono pagati. Ciao

  3. Nicola Savaris

    3 punti girs facili con le comasche ora si aspettano le novita’fisg se aggiudicare lo scudo oppure il gia’bocciato proseguo con un altro girone.domenica il paese della fontana cerchera’di portare a casa il bronzo che manca da tot anni nella bacheca per dedicarlo a menardi figlio.

  4. Nicola Savaris

    Terza moneta per l’amatori, guidati dal sottoscritto per l’occasione, per colpa di inpegni precedenti dell’ allenatore mas.tormen.data fissata 17.30 drio le rive feltre sabato 25 febbraio per le girls contro la mole, motivo la 19 ha prelazione del de toni e’gara 1 semifinale scudo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tanti Auguri a….

Prossima Partita

Calendario

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
141517181920
21222324252627
282930