+39 0437 523176 / info@alleghehockey.com

Orgogliosi delle nostre ragazze

azzurre1_nSi è conclusa con il secondo posto alle spalle della Danimarca l’esperienza della nazionale under 18 femminile nel torneo mondiale di hockey valido per la qualificazione alla rassegna iridata di Divisione 1 del 2016, giocato a Katowice, in Polonia. Le azzurrine hanno collezionato quattro successi su cinque gare piegando 5-1 le polacche padrone di casa, 1-0 la Gran Bretagna, 2-1 il Kazakistan, 2-0 la Cina e perdendo 6-1 solo il confronto diretto con le danesi, grandi favorite della vigilia. Nelle file dell’Italia hanno davvero ben figurato le due giovanissime agordine Mara Da Rech e Camilla Palmieri e l’ampezzana Eugenia Pompanini. Da Rech e Palmieri, non ancora quindicenni, sono quest’anno alla prima esperienza nella serie A femminile italiana con la maglia dell’Alleghe Edil Si.Bra dopo aver percorso, al fianco dei compagni maschi, tutta la trafila nelle giovanili del club di via Lungolago. Analoga la carriera sportiva di Pompanin, che compirà sedici anni ad aprile, da un paio di stagioni in serie A con le Lakers Appiano dopo aver giocato nelle giovanili del Cortina. L’estremo difensore ampezzano ha chiuso la rassegna di Katowice con una brillante percentuale di 93,20 di salvataggi sui 103 tiri subiti. Mara, “figlia d’arte” di quell’Ugo Da Rech che è stato valido giocatore biancorosso negli anni ’80 e continua a militare con l’Alleghe Old Timers, è risultata la seconda top-scorer azzurra con all’attivo 4 punti: due reti (segnate alla Polonia e alla Cina) e due assist (forniti contro il Kazakistan e la Cina), preceduta solo dalla cannoniera Alice Gasperini, autrice di quattro reti e tre assist; inoltre ha collezionato 4 minuti di penalità e un significativo plus/minus di +2 (la migliore delle azzurre con l’asiaghese Muraro). Camilla Palmieri, nipote di Ferruccio Bogo, indimenticato dirigente alleghese ai tempi del trionfo in Alpenliga, ha messo la firma sull’assist che ha permesso alle azzurrine di firmare il gol della bandiera nella sfida, poi risultata decisiva, con la Danimarca ed ha chiuso il torneo con un lusinghiero +1 nella classifica plus/minus e il nono posto personale nella classifica degli ingaggi vinti con una percentuale del 45,83. (rob.)TRATTO DAL CORRIERE DELLE ALPI

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tanti Auguri a….

Prossima Partita

Calendario

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
141517181920
21222324252627
282930