+39 0437 523176 / info@alleghehockey.com

Rinnovato l’accordo con l’HC Pieve di Cadore

pieve allegheRinnovato, anche per la prossima stagione, l’accordo con l’ HC Pieve di Cadore  per le categorie giovanili.

Come lo scorso anno i ragazzi della società agordina in età (1998 e 1999) giocheranno nella categoria Under 16 vestendo la maglia giallo-blu del Pieve di Cadore ed i ragazzi  più grandi del HC Pieve di Cadore indosseranno la maglia bianco-rossa delle Civette, daranno il loro apporto alla squadra categoria Under 18 dell’Alleghe.

Le due società sono felici del prosieguo della collaborazione, iniziata lo scorso anno, e si augurano di portare fino alla fine delle giovanili questo gruppo di ragazzi che, consci del sacrificio da fare, cercheranno di superare con l’amicizia e l’impegno le distanze che dividono il Cadore dall’ Agordino

Nei prossimi giorni i delegati dalle società si troveranno per definire le strategie da adottare nei prossimi mesi e programmare le prossime stagioni.

 

Da parte dell’H.C. Alleghe un ringraziamento all’H.C. Pieve di Cadore  per l’opportunità che ci ha dato e che ci darà, per la crescita del nostro movimento hockeistico.

 

La dirigenza

 

8 Responses
  1. Sono appena rientrato dall’Assemblea dello stadio Alvise De Toni, molto molto preoccupato. Certamente non più di prima. In altri interventi su questo sito avevo messo le mani avanti sui possibili scenari a cui avremmo potuto assistere. La riunione anche se dai toni cupi e non poteva assere altrimenti, è stata comunque interessante e chiarificatrice su molti aspetti della vicenda.
    Non ho potuto assistervi per intero in quanto dovevo rientrare a casa per altri impegni abitando a una cinquantina di chilometri. Ma il senso di dovere verso questa società a cui da una trentina d’anni offro il mio umile e piccolo servizio, hanno fatto si si che la mia presenza era d’obbligo. La mia seconda patria dopo il mio paese è Alleghe, ho trovato amici e persone squisite, a cui nel passato non ho saputo dire di no a una richiesta di collaborazione, ad un piacere che ho sempre assecondato senza pensarci su. Per me veder scomparire questa realtà, sarebbe un colpo durissimo, non riesco ancora a credere che da settembre non risalirò più la statale Agordina, per dare quel mio piccolo contributo. Si sa che comunque, sono tante piccole gocce che riempiono il vaso. L’idea che mi sono comunque fatto al riguardo, è che non sia una sola causa che ha determinato il tutto. Certamente la crisi che sta attraversando l’Italia, è fuor di dubbio la causa principale, che impedisce di ritrovare uno sponsor principale e quelli di spalla. Il disinteresse del paese anche ha il suo ruolo, ma non lo riterrei così incidente anche se di facciata molto importante, in quanto dietro la squadra c’è anche tutto l’Agordino e gran parte della Valbelluna, che stasera ho visto poco presente. Forse non è così scontato che tutto ciò corrisponda a verità. Ma le faccende della Lega con la compiacenza della Federazione sempre prona agli interessi di presidenti poco amanti della disciplina sportiva, ma molto inclini a vedersi belli, a compiacersi e farsi le scarpe gli uni con gli altri per interessi del loro “orto” anno dopo anno ci hanno portato a questo. Lo si sapeva da tempo immemore che prima o dopo il “conto dell’oste” veniva presentato. Adesso magari inizieremo noi a sparire, ma dalle prossime stagioni “i peri” cominceranno a cadere. Non sarà solo la fine dell’Alleghe Hockey, ma dell’hockey stesso. La mia rabbia è che non ho mezzi personali per aiutare la società, se non quello di mettermi a disposizioni come le altre stagioni per fornire quel mio umile apporto. Più volte ho pensato che se avessi i soldi di quello, o fossi al posto di quello, risolverei i problemi che ci sono, ma la dura mia realtà mi riporta sulla terra e a malincuore resto alla finestra aspettando che qualche buonanima che possieda i miei stessi sentimenti, ma possedesse anche i mezzi materiali mettesse le cose a posto. Tornanado un attimo ancora alla questione “alleghesi”, devo dire che io comunque mi sento un Alleghese D.O.C., come amavo firmarmi nel vecchio sito. Ho amato, amo e amerò sempre quella Squadra, quel paese, quella Gente che in tanti anni mi hanno dato tanto principalmente sotto il profilo umano. Spero che tutto ciò continui finché avro respiro e non finisca proprio stasera, in un’anonima giornata d’estate 2013, almeno non così. ETERNAMENTE ALLEGHE.

    1. Scusa, ma hai fatto un gran giro d parole.. per non farci capire assolutamente nulla di quello che è stato detto in assemblea.
      Ma allora ci iscriviamo o ci ritiriamo?
      Questo dovevano dire stasera!

  2. Ho scritto che non sono potuto rimanere fino alla fine. O scrivo arabo?????? Non so che decisioni finali sono state prese, non ho la sfera di cristallo, lo saprò come te leggendo i giornali visto che erano presenti sia carta stampata che radiotelevisiva. Comunque se ti sta tanto a cuore le sorti biancorosse potevi essere presente come ho fatto io, che non abito fuori dello Stadio.

      1. Christian

        E’ stato detto che la possibilità di iscrivere la squadra alla serie A è dello 0.0%, abbastanza chiaro mi sembra.

  3. Peter de' Gravisi

    Spero proprio che ” le nemiche Civette ” volino sempre alte non come noi Aquile pontebbane che ci siamo davvero rotte le ali.
    Peter de’Gravisi ex Aquila n.22

  4. SASCHA

    Risposta per Alessandro 20 luglio 2013 alle 22:12
    – Vorrei rispondere al tuo commento, ma ciò che mi preme dirti è che non è una presa di posizione nei tuoi confronti anche se utilizzerò parti del tuo commento –

    Alessandro, come per te penso a molti dispiace veder scomparire questa realtà ed è sicuramente un duro colpo per tutti. E’ pazzesco che a tanti dispiaccia quando:
    – molti sono rimasti a casa invece di partecipare all’incontro;
    – che solo 134 tifosi abbiano fatto gli abbonamenti contro i 150 dell’anno scorso, proprio quest’anno che si doveva fare la differenza;
    – non dimentichiamo il disinteresse del paese, della vallata Agordina, della Feltrina e del Valbelluna, come diceva il Vice presidente dell’Alleghe Patrick De Silvestro: …” «Se mille persone avessero messo un solo euro ciascuna era già diverso, perché ci si poteva presentare dagli sponsor con numeri diversi, invece quando ci siamo trovati con gli stessi sponsor e ci hanno chiesto quanta gente di Alleghe avesse messo dei soldi e quanta gente avesse fatto l’abbonamento abbiamo dovuto dare le i numeri veri ».”…
    – ha ragione anche l’assessore al turismo, Giuseppe Crupi quando dice: …” «Assieme al presidente Renato Rossi abbiamo battuto mille strade e continueremo a batterle. Abbiamo fatto un incontro invitando otto aziende, ma si sono presentate in tre». «La gente cresciuta con l’hockey è mancata, è mancata la gente di Alleghe, la comunità e la stessa vallata. Si riempiono la bocca di “facciamo” e poi quando ti guardi attorno trovi un deserto… Qui però si stanno buttando via 80 anni di storia» “…
    Alessandro scusa se ora utilizzo il tuo di scritto quando dici:
    1)…” Ma le faccende della Lega con la compiacenza della Federazione sempre prona agli interessi di presidenti poco amanti della disciplina sportiva, ma molto inclini a vedersi belli ”…
    Alessandro, per tua conoscenza la Lega durante lo scorso anno 2012/2013 ha fatto di tutto per:
    – Mantenere e far rispettare le regole a tutte le squadre;
    – Modificare ancora una volta le regole per garantire una difendibilità del programma fatto all’inizio dell’anno che ci siamo dati equamente;
    – Utilizzare le conoscenze di tutti per aiutare questo sport a riemergere, ad esser conosciuto e apprezzato da tutti e non a, come dici tu,: …” Lo si sapeva da tempo immemore che prima o dopo il “conto dell’oste” veniva presentato. Adesso magari inizieremo noi a sparire, ma dalle prossime stagioni “i peri” cominceranno a cadere. Non sarà solo la fine dell’Alleghe Hockey, ma dell’hockey stesso.
    – Per la Lega, se fosse come dici tu, perché nell’ultima riunione ha fatto di tutto per cercare di aiutare gran parte delle squadre a partecipare? Se non fosse stato così, ma come hai riportato tu, si sarebbe solo presentate 4 squadre su 10. Allora forse qualche cosa abbiamo fatto, no?
    Un mio amico, diceva, che i TIFOSI facciano i tifosi e non si permettano di fare illazioni di ciò che sono allo scuro, per non scadere personalmente.
    2)…” a compiacersi e farsi le scarpe gli uni con gli altri per interessi del loro “orto” anno dopo anno ci hanno portato a questo “…
    – Alessandro, purtroppo questa sport è un vero costo vivo, qui non si fanno guadagni né si fanno complotti per ingrassare il proprio orto, né si fanno giochi di prestigio. Nella Lega tutti indistintamente cercano di aiutare tutte le squadre anche se alle volte ciò che viene deciso non è proprio concorde con quello che alcuni vorrebbero. Per fortuna la Lega è costituita da un gruppo di amici atti a rispettare il più possibile le regole del gioco nelle quali occasioni creano contrasti fra le stese società rappresentanti portando diversi punti di vista. Il compito della Lega è quello di mettere tutti d’accordo, cosa alle volte molto difficile.
    3)… è facile puntare il dito verso il movimento della Lega, che non fa questo piuttosto che quell’altro, ma è pazzesco quando leggo nel tuo commento : …” …sempre prona agli interessi di presidenti poco amanti della disciplina sportiva, ma molto inclini a vedersi belli, a compiacersi”… Forse la cosa che non hai capito che proprio per gli stessi presidenti e del consiglio della Lega non sono li a farsi belli ma investo tanto tempo e denaro per questo sport che potrebbero dedicare a fare altro, magari con le proprie famiglie o nelle loro attività di lavoro, invece di dedicarle proprio a questo sport.
    Alessandro con questo termino il mio commento dicendoti che sono perfettamente d’accordo sia con De Silvestro che con l’assessore Crupi perché la fine dell’Alleghe non è dipeso dall’economia in crisi, o dai possibili sponsor ma a questo importante momento è mancata da parte di ognuno di voi tifosi, dalla gente cresciuta con l’hockey, dalle 1602 persone in Facebook che parlano dell’Alleghe, dagli operatori economici che si sono presentati appena in tre, dai 1.331 abitanti (Istat) della stessa Alleghe o dagli Agordini con 4.205 abitanti (Istat) o se vogliamo allargarci fino ai 16 comuni dell’Agordino che conta un totale di ben 20.872 abitanti (Istat) ca, la possibilità di fare la DIFFERENZA e di dare all’Alleghe la possibilità di avere una speranza in più.
    Alessandro se è vero ciò che dici: …” Lo si sapeva da tempo immemore che prima o dopo il “conto dell’oste” veniva presentato “… allora vedi che non ho tutti i torti.
    Credimi che né in Lega e né in Federazione nessuno spera o vuole la fine dell’Alleghe Hockey e o dell’hockey stesso, anzi noi della Lega faremo di tutto o il più possibile perché questo non avvenga MAI.

    Grazie a tutti della pazienza e dell’attenzione.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Tanti Auguri a….

Prossima Partita

Calendario

Settembre: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 123456
78910111213
141517181920
21222324252627
282930